Scuola d’inglese per bambini

inglese compiti (2) (640x480)

I miei ragazzi frequentano la scuola d’inglese da quattro anni ormai, e devo dire che mi trovo molto bene. Sono certa che gli sarà utile per il loro futuro ed anche se non saranno perfettamente bilingui, avendo cominciato da piccoli, avranno certamente una comprensione maggiore rispetto a chi ha iniziato a studiare un altra lingua da adulto.

First aveva 3 anni e mezzo quando iniziammo, Second solo due. All’inizio Second sembrava più portato, nel tempo First ha superato di gran lunga il fratello perché s’impegna molto, come in tutte le cose che fa’.

Quest’anno inizierà anche a fare gli esami per il Cambridge e siccome andremo a Londra quest’estate, ho intenzione d’iscriverli entrambi ad un summer cump, per fargli fare una full immersion in inglese.

L’insegnate della scuola dell’obbligo d’inglese è molto contenta di First, di Second non mi ha dato grandi soddisfazioni, così sono andata dall’insegnante Helen Doron dove studiano per confrontarmi: “possibile che non si vedesse che sono già quattro anni che studia inglese, soprattutto se confrontato con una classe in cui nessun bambino l’ha masi studiato prima?”

Abbiamo fatto così un riepilogo delle cose fatte sia quelle nuove, che quelle vecchie e sa tutto! Semplicemente non lo da a vedere. A me non importa che prenda volti altissimi a scuola, ma se ci metto anch’io tanto impegno, economico, di tempo, di ascolto dei CD, visione dei DVD è giusto che mi aspetti dei risultati.

In definitiva sono molto contenta del loro percorso, compatibilmente con gli impegni scolastici cerco anche di fargli studiare: libri in inglese, vedere DVD in lingua originale e scrivere anche solo copiando, parole nuove in inglese.

Voi avete mai pensato di far frequentare ai vostri figli un corso privato d’inglese? Se già lo fate come vi state trovando? Siete soddisfatti?

Grazie Angela


Potrebbero interessarti anche:

Recita di Natale

Second ha fatto la recita di Natale a scuola, impersonava il Re Magio, è quello con il pantalone arancione, e mi sono sorpresa a pensare che è l’ultima volta che vedrò una recita dei piccoli, perché First che è passato alla primaria fa i canti di Natale ma solo con le maestre noi non andremo a vedere perché non c’è abbastanza spazio per accogliere tutti i genitori essendo una scuola molto affollata. e pensare che solo due anni fa faceva la pecorella e stette tutto il tempo a piangere che voleva la sua mamma!

Le maestre sono state bravissime come sempre hanno allestito un magnifico presepe con un murales dipinto a mano, una vera capanna che accogliesse Maria, Giuseppe, Gesù, il bue e l’asinello,un albero gigante fatto con il polistirolo e coperto di carta crespa verde per il quale ogni bambino ha creato una stella o una pallina con il proprio nome per decorarlo.

Su blog family avevo fatto vedere la casetta che sarebbe stata introdotta nel presepe della scuola, devo dire semplicemente meraviglioso, la foto non rende l’idea perché è stata fatta con il telefonino e poi era tutto buio per creare atmosfera, è talmente bello che hanno deciso di lasciare aperte le scuole per tutto il periodo natalizio la scuola per permettere a tutti di ammirare quello che hanno fatto i bambini, le maestre e anche tanti nonni.

Voi avete presenziato alle recite dei vostri figli? Com’è andata? Tanti auguri di un sereno Natale :-D

 


Potrebbero interessarti anche:

Fare la rappresentante di classe

Sui tanti libri educativi che ho letto raccomandano sempre di seguire i figli anche a scuola (il luogo dove trascorrono tanto tempo). Finché i Child frequentavano la scuola dell’infanzia non era un problema, perché andavo ad accompagnarli tutti i giorni personalmente Le maestre, oppure la rappresentante di classe o anche il personale ATA se avevano qualcosa da dirmi sul comportamento dei Child me lo dicevano (anche perché loro non sono mai stati molto chiacchieroni in merito a come trascorrono il tempo scolastico), quindi io ero serena.

Adesso che First é andato alla scuola elementare (o scuola primaria di primo grado) e raggiunge l’istituto con il pulmino é nato il problema che non avrei mai incontrato nessuno, escludendo i due incontri con le maestre. Non conoscevo nemmeno alcuna mamma o bambino della scuola perché abbiamo cambiato istituto, così mi sono decisa a fare la rappresentate di classe.

E’ una cosa che non ho mai voluto fare perché spesso finisce per essere una mamma che riscuote i soldi per le feste e tutto ciò che serve alla scuola, dovendo correre dietro le varie mamme, per ottenerli.

Per prima cosa al momento dell’elezione mi sono fatta dare 10 euro per il fondo cassa (spese per il materiale scolastico) da tutti i genitori che erano presenti, me ne mancavano cinque che non erano intervenuti alla riunione e che ho contattato telefonicamente più tardi, dopo essermi fatto dare l’elenco dei genitori e degli alunni dalla maestra.

In occasione del  compleanno di un bambino (luogo di ritrovo delle mamme e scolari contemporaneamente) mi sono fatta dare i n° fissi là dove mi mancavano, (ho il contratto ADSL e quindi non pago sui fissi) e tutti i numeri di cellulari per eventuali comunicazioni urgenti. Poi ho preparato una lista con i nomi dei bambini di tutta la classe, e con lo spazio affianco per l’e-mail in modo che posso fare una comunicazione a tutti.

Purtroppo ci sono ancora tanti genitori che non utilizzano questo mezzo di comunicazione e ho trovato intelligente il modo che ha trovato la rappresentante di Second. Ha dato una lettera ad ogni mamma, in cui si presentava e diceva che per tre giorni in un dato orario, sarebbe stata fuori la scuola per riscuotere i soldi del fondo cassa e di una festa di compleanno a cui avremmo dovuto partecipare.

Ho preparato anche una lista con tutti i materiali che man mano acquisto, così da fare un resoconto dettagliato di tutto quello che ho speso e spenderò fino alla fine dell’anno.

E voi avete mai fatto le rappresentanti di classe? Quali metodi alternativi le vostre utilizzano per comunicare con voi?


Potrebbero interessarti anche:

Scuola elementare facile

Sul sito bimbi bravi a scuola ho trovato questo e-book scuola elementare facile.

All’inizio l’autore fa vedere la pagella di suo figlio che ha tutti dieci e un solo nove in informatica, ma perché l’insegnante non mette un voto più alto.

Secondo l’autore é successo perché lui ha insegnato al figlio a leggere e scrivere prima che andasse a scuola. Mi é piaciuta la frase: “imparare a leggere prima di dover leggere per imparare”.

First ha iniziato la prima elementare che già sapeva scrivere e riconoscere tutte le lettere dell’alfabeto, i numeri e leggere. In effetti ha tutti 10 a scuola, non so dire se è stato per questo, oppure se li avrebbe presi comunque. In ogni caso trovo che per lui la scuola è stata abbastanza semplice fino ad ora, e non è vero che si annoia come dicevano le mie amiche, perché comunque stà imparando tantissime cose.

Come avevo già accennato qui stò preparando un programma di studio per Second che l’anno prossimo deve andare in prima elementare (o scuola primaria che dir si voglia). E questo libro che ho letto ha rafforzato la mia convinzione che mi stò dirigendo verso la parte giusta.

 

 


Potrebbero interessarti anche:

La prima elementare e la scuola dell’infanzia

First ha iniziato la prima elementare (o meglio scuola primaria) quest’anno a sei anni e mezzo, premetto che a 4 anni scriveva e a 5 anni leggeva, perché lui mi ha chiesto d’imparare e da tre anni frequenta la scuola d’inglese Helen Doron, non l’ho anticipato sorprendendo tutti, perché per me non era emotivamente pronto ad andare in prima e dopo un anno di dubbi adesso sono certa di aver preso la scelta giusta:

First va benissimo a scuola, ha avuto delle difficoltà iniziali ad affrontare tante ore seduto concentrato ed altre di cui vi ho già parlato qui, ma ci sono bimbi anticipatari a cui le maestre hanno già detto che se non recuperano li lasceranno in prima, quindi a che pro correre?

Second non sembra per niente interessato ad apprendere ma lui l’anno prossimo la prima la deve cominciare per forza, essendo nato a dicembre.  All’inizio non volevo stressarmi prima del tempo e avevo deciso di lasciarlo stare ma poi ci ho ripensato, quando sono andata al colloquio con le maestre della prima elementare di First e ho sentito che si lamentavano quasi con tutte le mamme che i bambini non sono scolarizzati, non prestano attenzione, non stanno fermi etc….

Second ancora non tiene bene la penna in mano e ho visto che le maestre delle elementari vanno veloci ad insegnare, ho chiesto alle maestre dell’asilo (o scuola dell’infanzia) di Second che gli facciano fare un po’ di pregrafismo.  Anche io continuerò a casa a farlo “studiare” per abituarlo a concentrarsi e ad avere per un certo tempo la penna in mano, senza stancarsi.

Non m’interessa che debba imparare qualcosa in senso “classico” ad esempio lettere dell’alfabeto e numeri, a quello ci penseranno le maestre l’anno prossimo, ma per scolarizzarlo dato che questo era la principale preoccupazione delle maestre della scuola elementare.

Voi come pensate di procedere con i vostri figli?


Potrebbero interessarti anche:

I compiti a casa

First stà frequentando la prima elementare, e quindi abbiamo cominciato a fare i compiti a casa. All’inizio é stata una tragedia, perché non era abituato a concentrarsi tante ore a scuola e poi a doversi concentrare di nuovo a casa.

Poi la sua maestra dava davvero molti compiti, una volta ci abbiamo messo 5 ore a fare tutti i compiti e per un bambino in prima elementare credo che siano davvero troppe. Poi abbiamo cambiato scuola e le cose sono migliorate, non ha più tanti compiti a casa e si stà anche abituando a stare tante ore a scuola a studiare. [Read more...]


Potrebbero interessarti anche:

Come comportarsi se c’è il bullo in classe

 

Dopo aver letto l’articolo di mammaamstredam su genitori crescono a proposito dei suoi (e dei suoi figli) problemi con il bullismo a scuola ho deciso di scrivere questo articolo.

Non sò se nel mio caso si può parlare di bullismo perché bambino che é in classe con First, é un bambino problematico ed é seguito dalla maestra di sostegno, sono tre anni che và tre volte alla settimana al centro dove dovrebbero insegnargli come comportarsi. [Read more...]


Potrebbero interessarti anche:

Etichetta per lo zaino e portapenne

Domenica partiremo per le vacanze, così ci stiamo organizzando adesso per acquistare e preparare tutto l’occorrente per la scuola.

Abbiamo acquistato per First (che andrà in prima elementare) uno zainetto semplice, lui l’ha scelto blu, poi mi é venuto in mente che potrebbe confondersi con un altro se ci fosse uguale, così ho deciso di preparargli un’etichetta personalizzata semplicissima. [Read more...]


Potrebbero interessarti anche:

Preparativi per la scuola

Vi state organizzando per la scuola? Noi sì, anche perché a settembre sarò in Francia (yuppy) e quindi non avrò tempo , perché ritorneremo a scuola iniziata. [Read more...]


Potrebbero interessarti anche: