L’inglese precoce insegnato ai bambini

Helen Doron

Oggi vi presento un’altra mamma dell’Helen Doron english center di Sorrento, dove i nostri bambini imparano l’inglese precoce.

Dopo Bruna è la volta di Maria.

1) Come mai hai deciso di far imparare l’inglese ai tuoi bimbi fin da piccoli?

Abbiamo deciso di far imparare inglese perché vogliamo che i nostri figli non si debbano trovare in difficoltà sia sul lavoro che sui viaggi, non sapendo parlare inglese come è capitato a me e perché ritengo che alla loro tenera eta’ e più facile imparare una lingua diversa dall’italiano.

2) Consiglieresti a un’amica italiana di far imparare l’inglese al proprio figlio fin da piccolo?

Si lo consiglierei.

3) C’è una canzoncina che cantate sempre?

La canzone che cantavano spesso era le tre scimmiette che saltano sul letto. (three little monkeys) è anche la preferita di mio figlio Second, mi viene il dubbio che sia la preferita di tutti i bimbi monelli! :-)


Potrebbero interessarti anche:

Il metodo Helen Doron per lo studio dell’inglese

helen doron

I miei figli sono quattro anni che seguono il metodo Helen Doron per lo studio dell’inglese e ne sono assolutamente entusiasta. In questi giorni però non vi parlerò di me, bensì delle nuove mamme che sto’ conoscendo negli anni e che hanno cominciato a far frequentare la scuola ai loro figli.

inglese precoce

Cominciamo con Bruna che già conoscete bene come cake designer mamma di un bambino che frequenta la stessa scuola dei miei figli.

Ciao Bruna ecco tre domande per te.

1) Come mai hai deciso di far imparare l’inglese ai tuoi bimbi fin da piccoli?

Bhe fin da piccolo perché fosse stato per me avrei preso una tata inglese sin dalla nascita! L’inglese è fondamentale secondo me quanto la lingua madre, forse anche ti più. E si a più piccoli sono e meglio è! Pensa che invece ci sono persone che credono che studiare precocemente una nuova lingua li faccia imparare male la loro O_o.

2) Consiglieresti a un’amica italiana di far imparare l’inglese al proprio figlio fin da piccolo?

Sì lo consiglio a tutte.

3) C’è una canzoncina che cantate sempre?

Non ne ha una del cuore cambiano di volta in volta.

Grazie a Bruna e presto vi presenterò anche altre mamme. Voi avete mai pensato d’iscrivere i vostri figli ad un corso d’inglese precoce? Se siete interessati potete contattare il n° di cellulare: 345 0204395.


Potrebbero interessarti anche:

Scuola d’inglese per bambini

inglese compiti (2) (640x480)

I miei ragazzi frequentano la scuola d’inglese da quattro anni ormai, e devo dire che mi trovo molto bene. Sono certa che gli sarà utile per il loro futuro ed anche se non saranno perfettamente bilingui, avendo cominciato da piccoli, avranno certamente una comprensione maggiore rispetto a chi ha iniziato a studiare un altra lingua da adulto.

First aveva 3 anni e mezzo quando iniziammo, Second solo due. All’inizio Second sembrava più portato, nel tempo First ha superato di gran lunga il fratello perché s’impegna molto, come in tutte le cose che fa’.

Quest’anno inizierà anche a fare gli esami per il Cambridge e siccome andremo a Londra quest’estate, ho intenzione d’iscriverli entrambi ad un summer cump, per fargli fare una full immersion in inglese.

L’insegnate della scuola dell’obbligo d’inglese è molto contenta di First, di Second non mi ha dato grandi soddisfazioni, così sono andata dall’insegnante Helen Doron dove studiano per confrontarmi: “possibile che non si vedesse che sono già quattro anni che studia inglese, soprattutto se confrontato con una classe in cui nessun bambino l’ha masi studiato prima?”

Abbiamo fatto così un riepilogo delle cose fatte sia quelle nuove, che quelle vecchie e sa tutto! Semplicemente non lo da a vedere. A me non importa che prenda volti altissimi a scuola, ma se ci metto anch’io tanto impegno, economico, di tempo, di ascolto dei CD, visione dei DVD è giusto che mi aspetti dei risultati.

In definitiva sono molto contenta del loro percorso, compatibilmente con gli impegni scolastici cerco anche di fargli studiare: libri in inglese, vedere DVD in lingua originale e scrivere anche solo copiando, parole nuove in inglese.

Voi avete mai pensato di far frequentare ai vostri figli un corso privato d’inglese? Se già lo fate come vi state trovando? Siete soddisfatti?

Grazie Angela


Potrebbero interessarti anche:

Ben & Bella

Vi avevo già parlato di Ben & Bella sono rimasta così contenta che ho mandato a prendere l’intera big box! E’ enorme First quando l’ha vista ha detto: “mamma ma ci vorrà un anno per leggere tutto!”

Ci sono i sei libri con il dvd di cui vi parlavo.

6 libri degli esercizi

6 libri con gli stikers

18 DVD

6 DC Rom per gli esercizi e con disegni da stampare e colorare, hanno 2 modalità di gioco: facile e avanzato, ognuno diviso in 10 diversi livelli per un totale di 360 giochi.

e le flash card da abbinare, semplicemente fantastico! non vedo l’ora di cominciare a studiare!

I libri ce li portiamo in auto e mentre ascoltano la storia, i Child girano la pagina, nel CD si sente anche quando devono girarla.

Questo l’abbiamo imparato grazie alla scuola Helen Doron, usare i tempi morti per studiare.

La ditta che li produce é tedesca ma se volete notizie in italiano potete vedere qui


Potrebbero interessarti anche:

NICK JR 1,2,3…Perché? Impara l’inglese con me

IL NUOVO FORMAT IN ONDA TUTTI I GIORNI ALLE 10.30 SU NICK JR (Sky 603-604) CHE INSEGNA AI BAMBINI LA LINGUA INLGESE IN MANIERA DIVERTENTE.

Da bambini vi siete mai chiesti:

“Perché le nuvole non cadono o Perché le stelle brillano in cielo?”

Per tutte queste domande ora c’è una risposta… in inglese!

Il concept ruota attorno alla figura di Polly (Teresa Pascarelli), una vivace ed eccentrica presentatrice che vive insieme al suo pesciolino Bubbles, in un gigantesco libro pieno di risposte alle domande più comuni dei bambini, es: “Perché le nuove non cadono? oppure Perché le stelle sono luminose…???”. Quesiti curiosi e tipici per i più piccoli a cui Polly, insieme al suo pesciolino rosso, risponderà in inglese avvalendosi di un vocabolario semplice per aiutare i telespettatori all’apprendimento del significato e alla musicalità della pronuncia.

Buona visione, noi lo seguiremo sicuramente!


Potrebbero interessarti anche:

Girelle con marmellata e nutella, ideali per le feste

girelle alla nutella

Per la festa d’inglese di fine anno che ho organizzato al Bellaria Relais, una delle cose che ho preparato (semplicissima) ma che riscuote sempre grande successo sono le girelle con marmellata e nutella.

Basta comprare il pan carrè bianco, posizionarlo tra due fogli di carta da forno, stenderlo un po’ con il mattarello, farcirlo a piacere, arrotolarlo e metterlo in frigo almeno mezz’ora impacchettato nella pellicola. Dopo tagliarlo a fette e servire, ottimo anche riempito con il “salato” come mousse ai gamberetti, al prosciutto cotto, tonno, oppure con formaggio, prosciutto e pomodoro.

La festa è venuta benissimo, l’insegnante intratteneva i bambini con le canzoni e i balletti in inglese, una ragazza faceva i tatuaggi a chi li desiderava, le più “fissate” sono state le bambine, si sono fatte disegnare in viso le farfalle.


Potrebbero interessarti anche:

Parole composte in inglese

I Child al corso d’inglese Helen Doron che frequentano, hanno studiato molte parole composte in inglese, soprattutto quelle marine. Cosi’ abbiamo preparato un cartellone, sopra c’era il nome e sotto, all’interno delle finestrelle i bambini trovavano il disegno corrispondente.

cat-fish  dog-fish   star-fish   dragon-fish

quest’altro cartellone che vedete è quello preparato da Maria, la maestra della scuola HD dei miei Child. Lei ha usato foto e ritagli di giornali, che dire é sempre più chic di me ;-)


Potrebbero interessarti anche:

Kangaroos like to jump

Il nostro percorso d’apprendimento precoce della lingua stà proseguendo:

Kangaroos like to jump. jump! jump! jump!

frogs like to leap. Weeeeeeeeee!

horses like to trot. Clip clop, clip clop.

Ai Child piace molto questa conzoncina perchè  ogni volta che la sentono devono saltare come un canguro, una rana e trottare come un cavalluccio.

Ho anche stampato le figure dei vari animali che loro hanno colorato e ogni volta che la canzone chiama un animale devono indicarmi qual’è quello giusto.


Potrebbero interessarti anche:

LOVE IS …

I Child alla scuola d’inglese stanno studiando il verbo LOVE e la Family per mettere le due cose insieme ho preparato dei cuori di cartoncino rosso; da un lato c’è il nome di ognuno dove loro poi devono fare i disegni di ogni familiare


Dall’altro lato c’è tutta la famiglia

[Read more...]


Potrebbero interessarti anche:

Inizia il nuovo corso d’inglese

diploma3-300x225

First ha finito il corso d’inglese English for infant, adesso comincerà English for all children. Gli è stato consegnato il diploma di partecipazione e ha fatto una piccola recita.

I bambini stavano stesi sul tappeto gioco della scuola e rollavano da una parte all’altra dell’aula, e poi seguendo le parole della canzone uno alla volta si alzavano e se ne andavano.

Così hanno imparato a contare i numeri in inglese alla rovescia, mi viene quasi il dubbio di non saperlo fare! Almeno non con la dimestichezza di questi bambini di 5 anni, io devo pensarci invece loro no, parlano in inglese come se fosse normale. In realtà normale lo è per chi come loro lo impara da piccolo, ma non è detto che da grande una seconda lingua non si possa imparare, anzi! Magari con qualche sacrificio in più, tanto dipende anche dalla predisposizione e dalla motivazione individuale.

La canzoncina più divertente per loro bambini e per noi genitori è stata questa:

There were five in the bed, and the little one said:”Roll over, roll over”.

So they all rolled over and one fell out.

There were four in the bed, and the little one said:”Roll over, roll over”.

So they all rolled over and one fell out.

There were three in the bed, and the little one said:”Roll over, roll over”.

So they all rolled over and one fell out.

There were two in the bed, and the little one said:”Roll over, roll over”.

So they all rolled over and one fell out.

There was one in the bed, and she said:”What a lovely big bed, goodnight!”.

Buona scuola a tutti grandi e piccini.


Potrebbero interessarti anche: