Nintendo Pokèmon art academy

foto

I miei figli per la prima volta quest’anno sono andati alla colonia marina estiva. Viene organizzata dal comune ogni anno e costa solo € 50 a bambino.  Per il momento li ho iscritti solo per il mese di luglio, per vedere come andava, sono tornati così entusiasti che ho deciso di confermare anche il mese di agosto. Li viene a prendere con il pulmino fino a sotto casa e me li riportano all’una: dopo che si sono fatti il bagno, lavati e divertiti. Così io ho tempo di gestire in tranquillità la casa e il blog.Il 31 partiremo per Londra torneremo il 10 agosto e dal quel momento non ci saranno più scuse che tengano: “dovranno studiare per il rientro a scuola!” Il pomeriggio lo trascorrono andando fuori e giocano a pallone, con la bicicletta o sullo scivolo.
Poi sì lo ammetto (senza sensi di colpa), giocano anche con i videogiochi.
Amano giocare con le console Nintendo.

Da poco è disponibile per Nintendo 3DS e Nintendo 2DS il nuovo gioco Pokémon Art Academy. L’ho subito comprato in quanto è un gioco che gli permette di fare dei disegni e mi piace il fatto che giocando con i videogames venga stimolato anche il loro lato creativo. Art Academy è un cavallo di battaglia dei giochi Nintendo già dal 2009, ma la novità a cui non ho potuto resistere è che  i nostri figli potranno disegnare i propri beniamini: i Pokémon.
Dato che da quando si sentono “grandi” hanno cominciato a disdegnare il classico disegno da colorare li ho accontentati con Nintendo: basta collegare il colorare con una penna ad una console o ad un display e torna l’amore per l’arte!

Il corso di 40 lezioni è diviso in due blocchi: una parte pratica e una teorica in cui il professor Raffaello spiega passo passo le varie tecniche pittoriche, alla fine delle lezioni diventeranno bravi come dei veri artisti.

Anche se per noi mamme basta che i nostri figli facciano un graffio sul foglio ed è già un capolavoro!

Tra le tante tecniche proposte, i nostri figli con questo gioco impareranno ad ombreggiare e illuminare un disegno. Con il pennello invece si aggiunge la profondità, tanto che sembra davvero che il disegno sia in 3D, ed esca dallo schermo. L’aerografo poi permette di realizzare delle sfumature da urlo. Se si fanno degli errori basta premere indietro e si torna al passaggio precedente, quindi comunque il nostro disegno è salvo.
Ci sono più di 100 immagini di Pokémon da sbloccare, per avere la guida da cui partire, oppure si può fare una foto ai propri Pokémon che si vogliono disegnare. Tutti i dipinti verranno salvati come carte Pokémon e potranno essere condivisi con gli amici. Se invece si sentono sicuri possono anche disegnare in modalità libera.
Ash Ketchum è il personaggio preferito di mio figlio Second, sono certa che lui vorrebbe essere così: forte e coraggioso, per combattere i cattivi! Qual è invece il personaggio preferito dei vostri figli?

 Articolo Sponsorizzato


Potrebbero interessarti anche:

Come fare un cestino DIY per la caccia alle uova di Pasqua

cestino per pasqua diy

Volete sapere come fare un cestino DIY (did it yourself – fatto da te) per la caccia alle uova di Pasqua? Ecco come ho fatto io.

I miei Child ormai sono anni che vanno a caccia di uova di cioccolata, ed ogni anno gli faccio un secchiello diverso.

Occorrente:

rotolo finito di carta igienica

colori a piacere

ferma-campione

perforatrice

forbici

matita

cartoncino di riciclo

colla a caldo

uova di cioccolato

cestino per pasqua

procedimento:

Per prima cosa disegnare un cerchietto sul cartoncino da riciclo, con il diametro un po’ più grande del rotolo di carta igienica. Fare degli intagli ai bordi e incollare all’interno del rotolo di carta igienica (sarà la base del vostro cestino).

Fate colorare il cestino dai bambini e ne frattempo tagliate una striscia sul cartoncino (sarà la maniglia del cestino) bucatela con la perforatrice e fate colorare anche questa.

Bucate il rotolo di carta igienica e fermate con il ferma-campione la maniglia. Non vi resta che nascondere le ovette di cioccolata e farle cercare ai bambini :-D

cestino per pasqua

 


Potrebbero interessarti anche:

Cartoonito che idea!

cartoonito che idea

Per Natale i miei figli si sono fatti regalare da Babbo Natale la tv per la loro cameretta. All’inizio avevamo pensato di installare sky, che abbiamo già nel salone, anche lì ma, ripensandoci, avremmo dovuto pagare ogni mese 10 euro in più che, facendo due conti, sono 120 euro in un anno! Alla fine, considerando anche il fatto che la tv verrà guardata soltanto un’oretta prima di andare a letto, abbiamo pensato che non ne valesse al pena. Per cui abbiamo deciso di collegare il Digitale Terrestre, che è gratis e sicuramente risulterà molto più utile per i nostri bambini :-)

Come avevo già fatto con la pay TV sono andata a dare un’occhiata all’offerta di cartoni animati disponibile (voglio sapere i miei figli cosa vedono in Tv). Uno dei canali che ha avuto il mio beneplacito è stato senza dubbio “Cartoonito”, che potete trovare sul canale 46 del DTT. Cartoonito è un canale tematico gratuito rivolto ai bambini in età prescolare, con 24 ore di programmazione giornaliera dedicata. Propone un palinsesto sicuro, con cartoni animati come: Il Trenino Thomas, Lazy Town, Baby Looney Tunes (Second li adora!), My Little Pony e L’Armadio di Chloè.

Oltre alla programmazione televisiva è stato da poco inaugurato un tool cross mediale pensato per venire incontro alle esigenze di divertimento dei più piccoli. Stiamo parlando di Cartoonito che idea! il nuovo portale dove potrete trovare tantissime idee e attività da far fare ai vostri bambini, video da guardare e giochi da stampare. Perché la creatività è molto importante per i bambini e per questo bisogna coltivarla sin dalla più tenera età. Tra poco, con la Pasqua in arrivo, i bambini non andranno a scuola ed io non mi farò trovare impreparata! Non sia mai che si annoino, dopo sono intrattabili e insopportabili.

 

 

Un ora al giorno sarà dedicata sicuramente ai compiti, un ora ai congegni elettronici e TV, mentre il resto della giornata sarà dedicata al gioco libero, sperando anche che il tempo sia bello, così potranno giocare fuori all’aria aperta. Durante le vacanze ci verranno a trovare inoltre gli amichetti e i cugini, e loro lo sanno che organizzo sempre qualcosa, ormai sono quasi costretta O_o. Come riempire queste ore di gioco libero? Semplice, ci pensa Cartoonito che idea!. Sul sito sono infatti disponibili tantissime idee per far divertire i più piccoli.

Cartoonito che idea! è anche una community; basta infatti registrarsi per poter creare delle liste di cose da fare utili per ogni evenienza, interagire con gli altri utenti, utilizzare l’organizer per organizzare gli impegni dei vostri bambini e cercare le idee perfette per ogni situazione. E voi, cosa ne pensate di questo nuovo servizio?

“Sponsored by Cartoonito”


Potrebbero interessarti anche:

Cosa fare con i bambini quando piove?

giocare in casa

Cosa fare con i bambini quando piove?

E’ una domanda che in tanti di poniamo in molto, io almeno soprattutto nel week end, perché essendo i Child ormai grandi hanno sempre qualche attività da fare, se non c’è proprio niente di cono i compiti che c’impegnano non poco, invece il week end è free e se piove non fatevi cogliere impreparati dalla fatidica domanda: “che facciamo? Mi annoio, non so cosa fare…”

Sono fermamente convinta che un po’ di noia non guasti perché in genere fa’ scattare l’immaginazione, poi i Child hanno la fortuna di essere in due e quindi qualcosa sempre s’inventano. Però se si annoiano proprio tanto scatta il piano di emergenza. Altrimenti iniziano a litigare e rischiano di farsi male.

Ho fatto un exscursus tra vecchie attività, sperando di esservi utile.

Una delle ultime attività a cui ci stiamo dedicando è lo yoga, ho acquistato diversi libri adatti ai bambini, il tappetino, fatto un bel CD di musica dolce e per rilassarci lo facciamo.

Cucinare ha un fascino che non smette mai di ammaliare, i miei figli quando sentono il Bimby in azione corrono a lavarsi le mani, perché vogliono aiutarmi.

Dipingere oppure fare attività di manipolazione ad esempio il didò fatto in casa,

Visitare un museo o un altro luogo al coperto.

Giocare ai travestimenti e improvvisare una sfilata.

Organizzare una caccia al tesoro.

Fare piccoli esperimenti.

Giocare con la schiuma da barba.

Utilizzare in modo alternativo l’ovatta o la farina di mais.


Potrebbero interessarti anche:

Giochiamo con le tabelline

tabelline (640x447)

First è alle prese con le tabelline ed io alla ricerca di modi creativi per fargliele imparare, perché non ce la faccio ad ascoltare semplicemente tutta la tiritera a memoria!

tabellina del 2

tabellina del 3

tabellina del 4

Ho chiesto ad Alessia se sarebbe andata avanti ma purtroppo ha poco tempo, così ci penso io :-)

Però ha preparato la tombola delle tabelline Idea geniale!

Ecco a voi:

la tabellina del 5

tabellina del 7

la tabellina del 9

con i relativi risultati:

risultati tabellina del 5

risultati tabellina del 7

risultati tabellina del 9

su blog family ci sono quelle del 6 e dell’8.

su you tube se cercate tabelline canterine ci sono tante canzoni a tema troppo divertenti :-)

buon divertimento!


Potrebbero interessarti anche:

Fiori per la mamma

fiore per la mamma (1) (640x458)

 

Da quando sto organizzando corsi con i bambini c’è una novità. Io che sono abituata ai maschi che non fanno tanti cianci, mi sto beando tra queste bambine che frequentano i miei corsi. In particolare mi fa morire il fatto che qualsiasi cosa si prepari, sia essa un lavoretto o qualcosa da mangiare, loro lo devono conservare per la propria mamma.

Così oggi ho pensato di fargli preparare un fiore speciale (perché non appassisce mai) per queste belle mamme.

Occorrente:

cartoncino colorato

fiore adesivo

nettapipa

rotolo di carta igienica vuoto

carta decorativa

IMG_0103

Procedimento:

Tagliate un fiore nel cartoncino, un cerchio in un cartoncino di un altro colore, incollate il fiore adesivo sul fiore di cartoncino, fate due buchi in cui farete passare il nettapipa e il vostro fiore è pronto.

Per il vaso basta incollare un po di carta decorata sul rotolo di carta igienica finito, et voilà il vostro regalino per la mamma è pronto :-)


Potrebbero interessarti anche:

Giochiamo allo yoga

giochiamo-allo-yoga

Ho letto il libro giochiamo allo yoga di Claudia Porta, è davvero molto bello, semplice da eseguire, le illustrazioni sono chiare e i bambini se ne sono innamorati. Dopo che ho iniziato a fare un po di yoga, ho pensato che poteva essere interessante proporlo anche ai miei bambini.

Second ha il calcagno valgo, porta i plantari ma dopo tre anni purtroppo non abbiamo avuto grossi risultati e il tempo stringe, perché più diventerà grande e più sarà difficile cambiarlo. L’ho portato dal fisiatra che mi ha consigliato degli esercizi di allungamento e posturali, quale disciplina migliore dello yoga allora? Dato che è un bimbo anche particolarmente attivo, spero che lo calmerà un po’…ma forse qui ci vorrebbe un miracolo ;-)

La trama:

Due bambini giocano inventando personaggi ed inscenando avventure che li porteranno a scoprire il segreto della felicità. Così misterioso eppure così accessibile, questo prezioso segreto è custodito nel cuore di ogni bambino. Attraverso le posizioni ispirate agli animali e al mondo naturale, la pratica dello yoga si trasforma in un gioco. Impostare la seduta sotto forma di racconto facilita la memorizzazione, permettendo ai bambini di esercitarsi anche autonomamente. I bambini sono naturalmente portati per lo yoga. Se poi riusciamo a trasformarlo in un gioco e renderlo divertente, lo ameranno ancora di più. Questa disciplina permette loro di esplorare il proprio corpo in modo diverso da ciò che avviene con gli sport convenzionali.


Potrebbero interessarti anche:

Decorazioni natalizie di plastica

albero di plastica (475x640)

Le maestre di Second stanno raccogliendo da mesi bottiglie di plastica di tutti i colori, noi ci domandavamo cosa ne dovessero fare e in questi giorni ne abbiamo avuto un assaggio.

Con le blu hanno fatto dei fiocchi di neve incollando tra di loro, con la colla a caldo, le basi di due bottiglie.

Le hanno poi appese a dei fili di nylon intervallate da fiocchi di neve disegnati sul cartoncino.

fiocchi di neve (2)

Invece con altre basi di bottiglie sempre azzurre hanno incollato delle stelle, fatto la forma di un albero e poi incollate con il nastro biadesivo alle finestre.

Con le bottiglie verdi hanno invece iniziato un mega progetto, che pensavo non sarei riuscita a farvi vedere perché ha richiesto una fase di elaborazione piuttosto lunga.

albero di plastica (2) (371x640)

Su un piano rotondo di compensato hanno incollando tra di loro, sempre con la colla a caldo, tante bottiglie finché non è diventato un bell’albero di natale. Con una bottiglia gialla hanno fatto la stella e con i tappi delle bottiglie creato le decorazioni.

Molto creative le nostre maestre non è vero?

E che ne dite di questa idea di fare delle lampade con i bicchierini di plastica del caffè?

palline di bicchieri (631x640)


Potrebbero interessarti anche:

Biscotti di Natale

Oggi abbiamo preparato i biscotti di natale, abbiamo fatto il buco con la cannuccia, così li possono anche appendere all’albero di natale.

per la pasta frolla:

Ingredienti:

1 limone, la scorza a pezzetti

farina 00: 300 gr

burro ammorbidito: 150 gr

zucchero: 150 gr

sale: 1 pizzico

uova: 1 da 60gr

Gocce di cioccolata

Procedimento:

 

Fate la fontana di farina e poi aggiungete poco alla volta tutti gli ingredienti per ultimo il cucchiaino di lievito (se lo mettete io non lo preferisco) con lo zucchero lontano dal sale altrimenti non cresce. Per ultimo aggiungete le gocce di cioccolata.

Mettete in una pellicola trasparente nel frigorifero almeno 30 minuti prima di utilizzarla.

Se avete il Bimby: prima mettete nel boccale zucchero e limone 10 sec. vel. 8, poi tutti gli altri ingredienti e impastate per 20 sec. vel. 5, avvolgete l’impasto nella pellicola e riporre in frigo almeno 30 minuti.

Quando l’impasto è pronto, stendetelo e tagliatelo con le formine. Cuocete in forno caldo 180° per 10  minuti, levate dal forno e mettete a raffreddare su una gratella.


Potrebbero interessarti anche:

La casetta per i Puffi

puffi (2)

I Child stanno prendendo la “fissa” per i Puffi, niente di male se non fosse che li lasciano ovunque, quando li vogliono non li trovano e puntuale arriva la chiamata: “maaaaamma mi trovi Puffo…….”

Finché mi son detta basta devo trovare una soluzione! e mi sono inventata la casetta per i Puffi.

Occorrente:

scatola

Puffi

carta adesiva o decorativa

puffi (1)

Procedimento:

Ho incollato la carta adesiva alla scatola e l’ho riempita di Puffi :-)

Semplice, veloce, economico e adesso nessuno più mi scoccia perché tutti sanno dove si trovano i piccoli omini blu :-D


Potrebbero interessarti anche: