Festa per il primo compleanno

torta primo compleanno

Che emozione quando i festeggiamenti del nostro piccolo, non si contano più in mesi ma in anni…

Questa Torta per una festa per il primo compleanno, l’ha preparata la mia amica Bruna , una bravissima cake designer per una femminuccia. Ma guardate quanto è stata brava anche per un maschietto!

Topolino non c’è niente da fare è sempre un evergreen, anche io avevo preparato una festa di Topolino per i miei figli, certo non sono così brava, ma non si può saper fare tutto no?

primo compleanno

La sweet table poi ha sempre un suo perché! Adoro la decorazione con il tulle è sempre molto chic, non è bellissimo?

Credo che per il prossimo compleanno di Second, preparerò una torta a più piani è da un po’ che me lo sta chiedendo. Ci sono due possibilità: comprate i fermi che sostengano il secondo piano e li infilate nella prima torta, la seconda la monterete su uno di quei cartoncini da torta e poi decorerete il tutto.

L’unica pecca di questo metodo è che dovreste lasciare la torta molto asciutta altrimenti può crollare, ed io non amo le torte asciutte.

sweet table primo compleanno

Oppure si può optare (come fanno molti) di preparare il secondo piano “finto” decorando del polistirolo, dura di più e non si rischiano incidenti, mi sa che sceglierò questa seconda opzione.

festa topolino
Ed ecco il nostro piccolo amico che prova a soffiare la sua prima candelina, Auguri!

Per contatti telefonare al 3664644221.


Potrebbero interessarti anche:

Come organizzare un battesimo

torta per un battesimo

Personalmente per il battesimo  dei miei figli non ho fatto chissà che, giusto una festa in famiglia a casa di mia suocera. Invece per il primo compleanno mi sono data da fare.

cake pops battesimo

Siccome so che invece molti genitori amano festeggiare questa festa, ho cercato un po’ di suggerimenti su: come organizzare un battesimo.

Come per tutte le feste dovete prima di tutto decidere un budget e partire da quello per fare tutto il resto.

Fate una lista degli invitati e decidete se volete invitare proprio tutti, stile matrimonio o solo i parenti e gli amici più stretti, che personalmente è la soluzione che preferisco.

Ovviamente la location, che dipende: da quanti siete, dal periodo, da se preferite una festa informale in casa oppure chic al ristorante.

Se decidete di farla in casa per le decorazioni vi lascio li link dei siti che avevo visitato già su blog family.

biscotti per un battesimo

E questi biscotti? Non sono meravigliosi? Ottima idea anche per farli diventare una bomboniera.

Che ne dite di preparare una Sweet table, come questa della foto?

Basta mettere in dei bei contenitori: marshmellow, confetti, preparare cup cake, biscotti e muffin insieme alla regina della festa lei, la torta (oltre al festeggiato naturalmente).

sweet table per un battesimo

Per la torta io vi consiglio di affidarvi ad un professionista come la mia amica Bruna, se siete brave e volete provarci da sole qui troverete la ricetta per realizzarla.

Se invece volete contattarla, potete chiamare al 3664644221.

Felice festeggiamento Angela


Potrebbero interessarti anche:

Preparativi da viaggio cosa mettere in valigia

valigia1

Anche quest’anno trascorreremo 15 giorni dalla nonna e dalla zia che vivono in Olanda. Ed io ho cominciato con i preparativi da viaggio, e soprattutto a scegliere: cosa mettere in valigia!

Il tempo certo non aiuta che lì fa’ sempre un po’ freschetto, non parliamo poi dei pesi e delle misure dell’aereo! Riuscire a far entrare tutto in uno spazio così ristretto e pure leggero ha del magico…

lista-vacanze

Ma quest’anno ho un asso nella manica, così le faccio imparare a queste compagnie aeree, ho scoperto il sito Tirendo che dà la possibilità di fare una lista dettagliata delle cose da portare e di stamparla, sono certa che così non dimenticherò nulla. Quest’anno poi che con la zia Auri e zio Dirk faremo anche due giorni di campeggio, non posso sbagliare.

Voi come vi organizzate con l’odiata valigia? Per fortuna i miei ragazzi sono cresciuti, così possono portarne una piccolina a ciascuno anche loro, quando erano piccoli con una sola valigia per tre era davvero un disastro.

Ho scelto la valigia Trunki per First.

Per intrattenere Second ho scelto la pista porta-macchinine Wheelie, per lui che da grande vuole fare il meccanico come il papà, quale regalo migliore?

La pista è a forma di ruota si apre completamente e ha due sezioni: una parte dove i vincitori ricevono le coppe e un’altro lato dove c’è l’officina meccanica per le riparazioni, so già quale sarà il suo posto preferito ;-)

Sono certa che così organizzata sull’aereo si divertirà tantissimo e le due ore e mezza di viaggio passeranno in un lampo.

Non mi resta che augurare buone vacanze a tutti e senza stress per il bagaglio!


Potrebbero interessarti anche:

Festa di compleanno tema mare

torta

Quale momento è più azzeccato per fare una festa di compleanno tema mare?

Uno dei miei rimpianti è proprio che i miei figli sono nati d’inverno, quasi, quasi una festa così’ la organizzo per me che sono nata a giugno.

muffin

Guardate Bruna che bella torta e che cup cake che ha preparato.

La copertura dei dolci a tema mare è di pasta di zucchero così come le decorazioni, per farle basta acquistare gli stampi nei negozi specializzati oppure on-line.

Ecco invece la ricetta base cupcakes:

 

Per quanto concerne le cupcakes, inizierei col dire che esistono un’infinità di ricette e quindi di varianti di questi meravigliosi dolcetti made in USA, che ormai spopolano anche sui nostri “sweets table”! Io qui vi darò un ricetta base con la quale iniziare a cimentarsi.

 

Io adoro presentarli decorati con frosting (crema) colorato e sprinkles (codette, corallini e quant’altro) proprio come vuole la tradizione americana di cui, lo ammetto, sono una fan sfegatata!

Ma si possono anche arricchire con dischi di pasta di zucchero e piccoli personaggi, proprio come facciamo per le torte decorate.

torta mare

Ingredienti ricetta base cupcakes:

 

180 gr farina autolievitante

 

90 gr farina 00

 

125 gr panna o latte

 

170 gr zucchero semolato

 

150 gr burro a pezzetti

 

2 uova

 

1/2 cucchiaio bicarbonato di sodio

 

 

Procedimento ricetta base cupcakes:

 

Setacciate le farine e il bicarbonato di sodio, unite lo zucchero e disponete a fontana .

 

Ponete al centro il burro a pezzetti, ammorbidito a temperatura ambiente.

 

Aggiungete il latte o la panna e le uova sgusciate.

 

Amalgamate mescolando con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto omogeneo e morbido.

 

Distribuite il composto nei pirottini riempendoli per 3/4 al massimo.

 

Ponete i cupcakes in uno stampo multiplo in silicone o in stampi monouso in alluminio.

 

Cuocete in forno già caldo a 180° per 25 – 25 minuti .

 

Verificate la cottura con uno stecchino: deve uscirne pulito e asciutto.

 

Buon lavoro

 

Bruna

per contatti telefonate al 3664644221

 


Potrebbero interessarti anche:

Pink ruffle cake con red velvet

pink ruffle cake

Quando ho visto questa torta me ne sono innamorata! Avevo già preparato la red velvet cake ma decorata con la tecnica del ruffle è divina, siete avvisati ne voglio una così per il mio compleanno.

Red velvet e cheese frosting:

 

Questa ricetta è per una tortiera da 26 cm oppure due teglie da 20 cm.

Ingredienti Pink ruffle cake con red velvet:

 

150 g burro leggero

 

350 g zucchero

 

2 grosse uova sbattute

 

1 cucchiaino di estratto di vaniglia

 

2 cucchiai di colorante alimentare rosso

 

450 g farina autolievitante

 

2 cucchiai dicacao in polvere

 

1/2 cucchiaino di sale

 

250 ml latte fresco scremato con un cucchiaio di succo di limone lasciato a temperatura ambiente per 15 minuti

 

1 cucchiaino di aceto di vino bianco

ruffle cake

 

Procedimento Pink ruffle cake con red velvet:

 

Ungete ed infarinate la tortiera .

 

Mescolate il burro e lo zucchero insieme in un mixer elettrico .

 

Aggiungete le uova gradatamente e sbattetele per un minuto.

 

Mescolate il colorante per cibi rosso e l’estratto alla vaniglia fino ad ottenere una miscela.

 

Mescolate la farina, il cacao, il bicarbonato di sodio, il lievito e il sale insieme in una ciotola.

Incorporate metà della miscela di farina nel composto della torta, poi metà del latticiello e ripetete.

 

Aggiungete l’aceto e mescolatelo nel comosto della torta.

 

Versate il composto con un cucchiaio in modo uniforme nella vostra tortiera da 26 cm o se preferite in due tortiere da 20 cm a 170° e cuocete almeno per 25 min. Finchè uno spiedino inserito nel centro della torta esca pulito.

 

 

Glassa al formaggio cremoso:

 

Questa tipica glassa made in USA è la farcitura ideale per la red velvet, in qualsiasi bakery andrete oltreoceano la troverete sempre farcita e glassata con questa soffice creama al formaggio che loro chiamano cheese frosting.

 

Qui qui di seguito vi do una dose base che voi potete raddoppiare o triplicare in base alle vostre esigenze.

Ingredienti cheese frosting:

60 g burro morbido

 

160 gr formaggio cremoso sempre a temperatura ambiente

 

2 cucchiaino di scorza di limone grattuggiata

 

480 gr zucchero a velo setacciato

 

Procedimento  cheese frosting:

 

Mescolate il burro, il formaggio e la scorza di limone in una ciotola piccola con un mixer elettrico fino a quando non è leggero e morbido.

 

Infine montare gradatamente lo zucchero a velo.

 

Ps.Per rendere la glassa al formaggio pù leggera potete utilizzare il formaggio light, il risultato sarà lo stesso ma riducendo notevolmente le calorie.

 

Buon divertimento e alla prossima ricetta Bruna potete contattarmi al 3664644221 grazie :-D

Per fare il Ruffle seguite il tutorial su you tube.


Potrebbero interessarti anche:

La torta per la prima comunione

torta prima comunione

La prima comunione è una tappa importante della vita religiosa dei nostri figli, giugno e luglio sono le date più gettonate, anche se io per l’anno prossimo quando farò la comunione di First, stavo quasi pensando a settembre quando saremo tutti belli, rilassati ed abbronzati.

torta prima comunione (1)

Come sempre mi affiderò a Bruna per la preparazione della torta per la prima comunione, che vi ha lasciato la ricetta del pan di spagna, nel caso vogliate provarci da sole.

Come sapete ho due maschi quindi credo che farò preparare un torta classica, semplice bianca, non so’ ancora se a due piani o ad un piano solo.

torta prima comunione (2)

Ma guardate queste torte nelle foto? Se avete una figlia che deve fare la comunione non è bellissima?

torta prima comunione (3)

La pasta di zucchero lei la compra all’ingrosso se invece volete farla voi seguite il link in cui vi spiego come prepararla.

Inizio subito col sottolineare che il Pan di Spagna è una base che non prevede nè lievito, nè burro per cui molto genuina a livello di ingredienti e quindi ottima anche per le feste dei più piccoli.

Ingredienti La torta per la prima comunione:

Ricetta per una tortiera da 24cm

 

250 g uova intere

 

175 g zucchero semolato

 

150 g farina ”00”

 

50 g fecola di patate

 

1 bacca di vaniglia

Procedimento La torta per la prima comunione:

Mescolate le uova con lo zucchero per qualche minuto e trasferite il composto in un pentolino .

 

Sbattete con una frusta e poi portate sul fuoco, a fiamma bassa, e riscaldate.

 

Mantenete sul fuoco fino al raggiungimento dei 45°(se non avete un termometro da zucchero niente paura, infatti la temperatura del composto dovrà essere leggermente più calda del vostro dito).

 

Il riscaldamento delle uova consentirà all’impasto di incorporare più aria e di lievitare correttamente senza lievito. (io questo passaggio lo faccio nel Bimby)

 

A questo punto trasferite il tutto in una planetaria, aggiungete la bacca di vaniglia e lavorate nuovamente con una frusta, fino ad ottenere un composto così gonfio che le uova debbono scrivere.

 

Setacciate le farine e incorporatele delicatamente con una spatola, sempre dal basso verso l’alto per non smontare le uova.

 

Versate il tutto in una tortiera imburrata e infarinata e infornate in forno preriscaldato a 180°per 18 min. (fare sempre la prova stecchino, prima di togliere dal forno).

Se vi piacciono le sue torte potete contattarla al 3664644221 grazie :-) Angela


Potrebbero interessarti anche:

Come fare a lavorare da casa

come lavorare da casa

La mia amica Letizia ha scritto un post su: Come fare a lavorare da casa.

Lei ha evidenziato che essere delle freelance da casa, bisogna essere molto organizzate. Sinceramente per me è stata una felice realizzazione lavorativa.

Per prima cosa bisogna organizzare l’agenda, io tutte le sere penso a cosa farò il giorno dopo. Prima ancora bisogna prevedere l’orario di lavoro.

D’inverno lavoro dalle nove alle 13, praticamente l’orario in cui i bambini stanno a scuola.

Il pomeriggio dopo pranzo, mentre loro fanno i compiti rispondo alle e-mail, faccio un giro sui social.

Alle tre dopo le 15 non ci sono per nessuno, mi dedico alla casa alla famiglia e alle attività che devono fare i bambini.

d’estate quando i bambini sono liberi dalla scuola, mi anticipo il lavoro la mattina, praticamente mi alzo le cinque e lavoro fino alle nove, dopodiché spengo il pc e porto i bambini al mare o al parco, da quel momento in poi rispondo semplicemente al telefono.

A proposito di telefono, ho tolto tutte le notifiche sia i badge che i suoni, perché ho visto che mi distraeva molto, ogni tanto quando mi ricordo vado a controllare.

Il tempo da dedicare alla lista dei progetti, ovviamente dipende dal progetto e della vostra velocità nel realizzarlo.

Calcolo mezz’ora a progetto, a volte metto anche il timer perché mi capita di perdere più tempo solo per sistemarlo che per scriverlo.
Prevedo una pausa di una decina di minuti, che può servirmi per fare un servizio in casa o un giro sui social network oppure una telefonata ad un’amica.
Poi riprendo il lavoro e così via, fino alla fine della giornata lavorativa che avevo stabilito in precedenza.
Non metto mai troppe cose nella mia to do the list, anzi lascio dello spazio per gli imprevisti.
Bisogna anche dare una priorità ai vari progetti, prima quelli a pagamento o quelli urgenti, di seguito tutti gli altri.

E’ vero che a volte lavorare da casa può essere stressante, perché gli altri pensano che non state lavorando veramente e richiedono sempre dei favori.

Oppure i bambini si ammalano o hanno una festa da scuola e dovete rivedere tutta l’agenda.

Ma a mio parere queste sono anche le positività di lavorare da casa, se avessi un lavoro fuori casa, non saprei come gestire le emergenze, essendo da sola a seguire nei bambini.
Spero di esservi stata utile, voi che tattiche utilizzate per lavorare da casa?


Potrebbero interessarti anche:

Intervista a Bruna una cake designer specializzata in feste

nascita rosa (2)

Mentre ero in cerca della torta perfetta per il matrimonio di mia sorella, ho conosciuto Bruna che si occupa di decorazioni dolci per le feste, così ho pensato di presentarvela, perché è davvero molto brava.

Il suo claim dice cosi’: “Per la gioia dei più piccini affidati alla tua amica Bruna! Perché solo una mamma può sapere davvero come rendere “sweety” un giorno importante!”

Le cose che faccio sono : allestimenti dessert table a tema e personalizzati – torte decorate in pdz ma anche decorate solo con frosting colorato e non – cake pops ( che sono proprio il mio cavallo di battaglia, essendo l’unica in zona che li fa di tutte le forme) cupcake – whoopie pie – biscotti decorati e non – macarons – pasticcini monoporzione tipo brownies – cheescake & push pops e oreo coated !

Tutto è iniziato nell’autunno 2012 quando una mamma di un compagno di classe di mio figlio Pietro, mi portò ad un corso di cake design presso mamme al centro e io la seguii solo per vedere di cosa di trattasse. Avendo sentito tanto parlare di ciò da mia cugina , ma ero super scettica e le guardavo anche un po’ perplessa, non avendo io mai fatto in vita mia nemmeno un pan di spagna e occupandomi, prima di avere il bambino di moda dopo una laurea in scienze politiche e un master alla Bocconi.

cake pops (3)

Presso l’associazione ho iniziato ad apprendere le basi della pasticceria e del cake design e avendo quell’inverno, il mio piccolo sempre malato, perché era il suo primo anno di asilo. Rimanevo spesso a casa con lui e quando riposava o stava tranquillo, io ritagliavo del tempo per sperimentare ciò che avevo appreso.

Vedevo che le cose mi riuscivamo bene, sono una persona molto precisa e la pasticceria è tutta una questione di grande precisione !

Per cui cominciai ad organizzare la festa del piccolo e la mia e iniziai a pubblicare le foto delle mie creazioni sulla mia pagina facebook personale. Di seguito cominciai una collaborazione con un ristorante e una pasticceria, continuai così a sperimentare e migliorare, fino ad aprire la mia pagina chiamata Bruna’s Sweet & pops lanciata in concomitanza con l’evento comunale nel settembre 2013, dove presentai proprio i miei cake pops.

Nel frattempo ho indirizzato i miei interessi soprattutto ai prodotti da bekery e alla pasticceria francese, per questo quest’inverno ho fatto un altro corso proprio su questo tipo di dolci. Nel mese di dicembre ho partecipato all’evento ” Positano chocolate ” organizzato dal comune di Positano che mi offri l’opportunità di allestire un stand con tutte le mie creazioni e di venderle direttamente al pubblico, mettendo mi così alla prova per le grandi quantità prodotte e facendomi una notevole pubblicità.

cake pops (5)

Ti dico sinceramente, che a differenza di molte che lavorano come me e che vogliono continuare così, io spero di crescere e poter aprire un mio laboratorio per i miei Catering e allestimenti, ma di questi tempi e nel posto dove viviamo non so se sarà possibile.  Per inseguire il mio sogno sarei disposta anche ad allontanarmi da luogo dove vivo che non permette a nessuno, men che meno ad una mamma single, di poter lanciare una start up !

Grazie della collaborazione

per contatti 3664644221

Bruna


Potrebbero interessarti anche:

Come combattere la carenza di ferro

minerale_ferro

Come combattere la carenza di ferro? La carenza di ferro ci fa’ sentire stanchi e spossati, sopratutto in momenti di grande caldo come in estate. Mio marito ebbe una carenza di ferro in seguito ad una dieta e la dottoressa mi consiglio’ di fargli mangiare carne rossa condita con succo di limone, perché la vitamina C del limone è un conduttore del ferro.

Il ferro è un minerale molto importante per la nostra salute e il nostro benessere. In alcuni casi si può verificare una carenza di tale minerale nel nostro organismo. Il rischio di carenza è maggiore nelle donne in età fertile, negli sportivi, nei vegani e nei soggetti che presentano disturbi intestinali da malassobimento o da intolleranze alimentari.

Ultimamente è molto aumentata anche la percentuale di bambini che riscontrano una carenza di ferro e ciò accade a causa di un’alimentazione poco adeguata.

Un deficit di ferro si manifesta attraverso i seguenti sintomi (che non necessariamente devono essere tutti presenti):

Stanchezza

Spossatezza

Difficoltà di concentrazione

Infezioni ricorrenti

Cefalea

Caduta dei capelli

Affanno

Fragilità delle unghie

Pallore

Inappetenza

 

Esistono diverse sostante che favoriscono l’assorbimento di ferro come: il fruttosio e la vitamina C.

In caso di accertata carenza di ferro è necessario evitare o almeno ridurre l’assunzione di tè e caffè, i quali interferiscono con l’assordimento di tale minerale.

Tra i cibi ricchi di ferro traviamo la carne, le cozze, i legumi secchi, la polpa di granchio, la frutta secca a guscio, le albicocche secche e il cioccolato fondente.

Prima di assumere integratori a base di ferro è necessario accettarsi che vi sia una reale carenza, poiché un eccesso può rivelarsi tossico, specialmente nei bambini piccoli.

Inoltre negli adulti, un eccesso di ferro è correlato ad un invecchiamento precoce e si ritiene che potrebbe anche determinare maggiore rischio di cardiopatie e infezioni.

Debora Ercolano


Potrebbero interessarti anche:

Perché il magnesio fa’ bene

magnesio

 

Mio figlio Second ha spesso dei crampi alla gambe, la pediatra mi disse che poteva essere una carenza di magnesio, anche perché non sta fermo un attimo e suda abbastanza, il che fa’ perdere sali minerali. Per i bambini non è consigliato l’utilizzo di integratori, per gli adulti invece sì.

L’utilizzo di integratori di magnesio è molto comune nella popolazione ma spesso chi ne fa uso non conosce le reali caratteristiche di questo importante minerale.

Il magnesio infatti ha molte importanti funzioni nel nostro organismo:

Ha importante ruolo nello sviluppo e l’integrità di ossa e denti.

Interviene in più di 300 reazioni enzimatiche, così da contribuire alla trasformazione degli alimenti in energia e alla protezione delle pareti cellulari.

Presenta un’azione miorilassante.

È necessario per il funzionamento del cuore e del sistema nervoso.

Questo minerale è il più abbondante nelle nostre cellule, dopo il potassio.

10426102_655031141251763_5234138580948088943_n

La carenza di magnesio si manifesta tramite numerosi sintomi, che non necessariamente devono essere tutti presenti;

i sintomi sono:

  • Debolezza
  • Anoressia
  • Disturbi della personalità
  • Crampi muscolari
  • Nausea
  • Spossatezza
  • Inappetenza
  • Insonnia
  • Vomito
  • Battito cardiaco rapido

 

L’assunzione di questo minerale, generalmente, viene effettuata in caso di eventi prolungati di vomito e/o diarrea, in caso di problemi renali, nelle persone anziane che ne sono spesso carenti, in seguito ad abuso di alcool, uso di contraccettivi orali e uso di diuretici.

Inoltre, il magnesio, può essere somministrato anche in casi di:

Disturbi premestruali e mestruali; infatti data la sua azione miorilassante può ridurre i dolori al ventre e alla schiena. Mentre per quanto riguarda le emicranie premestruali, vediamo che queste ultime posso essere associate a livelli bassi di magnesio nel sangue.

Cardiopatie poiché contribuisce a ridurre il colesterolo totale e ad aumentare quello buono (HDL). In più la sua integrazione può ridurre il rischio di aritmie in seguito ad un attacco cardiaco.

Diabete; nei diabetici in cui si verificano sintomi dovuti a cali di zuccheri nel sangue, poiché ha un azione nella sintesi dell’insulina e nel trasporto del glucosio.

Intesa attività sportiva.

È da sottolineare che il sudore è una soluzione ipotonica di cloruro di sodio (0,3%) e di conseguenza la perdita di magnesio, tramite la sudorazione, è davvero molto bassa.

L’ assorbimento del magnesio viene favorito dal consumo di alimenti ricchi di proteine e calcio.

 

Tra gli alimenti ricchi di magnesio possiamo trovare:

Mandole

Noci

Nocciole

Arachidi

Noci pecan

Riso integrale

Grano saraceno

Cacao in polvere

Germogli di frumento

Segale

Tofu

Anguria

Spero di esservi stata utile.

Debora


Potrebbero interessarti anche: